Skip to Content

Dal mercato

Più grande, più rappresentativa, più internazionale


Sicurezza 2017 torna a Fiera Milano, dal 15 al 17 novembre, con tre padiglioni (3, 5 e 7), più di 450 espositori, un ricco programma formativo con più di 100 appuntamenti e una sempre maggiore rappresentatività internazionale.
Sicurezza -Una edizione che la conferma tra gli eventi di riferimento in Europa per il settore, un facilitatore di innovazione e progresso grazie alla ricchezza merceologica e all’ampia proposta di soluzioni e potenzialità applicative, una piattaforma in grado di facilitare il business networking e l’evoluzione di un comparto il cui contributo tecnologico è un valore aggiunto ormai diffusamente riconosciuto.
In un contesto in cui la sicurezza è un’esigenza sempre più sentita come imprescindibile a tutti i livelli, sia in ambito pubblico che privato, progettisti, system integrator, produttori e installatori diventano attori di un cambiamento complesso, che investe sia l’evoluzione tecnologica in atto, all’insegna di integrazione, convergenza e soluzioni tailor-made, sia la stessa concezione di “sicurezza”, sentita oggi come diritto per tutti e dovere per quanti possono e devono garantirla.
Tale rinnovata necessità richiede un network di professionisti in grado di ascoltare le esigenze di ogni committente e trasformarle in applicazioni efficienti, performanti e facili da gestire, magari in remoto con uno smartphone.
Una sfida apertissima, a cui SICUREZZA partecipa da 35 anni, durante i quali si è trasformata da semplice vetrina di prodotto a momento di incontro, confronto ed evoluzione per tutto il mercato.


HUB PER IL MERCATO, LABORATORIO DI INNOVAZIONE
Con oltre 2,2 miliardi di Euro di fatturato totale in Italia nel 2016, in crescita del 5,1% sul 2015 (Fonte: ANIE Sicurezza) il mercato italiano della security e della automazione edifici è oggi più che mai impegnato a cercare nuovi sbocchi commerciali, ma anche a scoprire soluzioni avanzate per contesti di applicazione che in precedenza non venivano considerati sensibili.
La vitalità del settore si rispecchia nei numeri dell’appuntamento di novembre prossimo con un trend molto positivo: +26% di espositori, con una presenza internazionale pari al 17% (in crescita del 50% rispetto alla scorsa edizione). Un segnale chiaro dell’importanza sempre maggiore dell’evento in ambito Europeo, favorita dal passaggio agli anni dispari.
Un processo di internazionalizzazione che passa anche dai crescenti investimenti del progetto di incoming buyer. Saranno 200 i top buyer, provenienti da 36 Paesi (Bacino del Mediterraneo, Balcani, Europa, Paesi Baltici, Medio Oriente, Nord Africa) e selezionati per capacità di spesa, che entreranno in contatto diretto con le aziende espositrici attraverso incontri programmati e gestiti da My Matching. Grazie al sistema ideato da Fiera Milano, infatti, gli espositori potranno individuare già prima della manifestazione i profili di interesse e fissare gli appuntamenti in fiera, risparmiando tempo e moltiplicando le opportunità di business.
SICUREZZA 2017 offrirà una visione completa del mercato grazie a un’alta rappresentatività di tutti i comparti, dalla videosorveglianza, con la presenza di grandi keyplayer internazionali sia italiani che esteri, al controllo accessi e all’antintrusione con soluzioni per ogni ambito di applicazione. Anche la sicurezza passiva sarà rappresentata da top brand sia del mondo dei serraturieri che delle casseforti. Cresce l’offerta dell’antincendio, sia rivelazione che spegnimento, e si conferma importante l’area dedicata ai droni per la security. Non mancherà una nutrita presenza di Forze Armate e Forze dell’Ordine, che presenteranno le soluzioni di security più avanzate di cui si servono con gli obiettivi di monitoraggio e tutela.
Al centro dell’offerta espositiva, seguendo un trend che il mercato ha fatto ormai suo da qualche tempo, l’integrazione tra tecnologie e soluzioni studiate in base alle specifiche esigenze di ogni contesto di applicazione. Precisione e affidabilità, immediatezza, sicura gestione dei dati e versatilità rappresentano le caratteristiche cardine delle proposte tecnologiche: così, mentre il controllo accessi vede serrature elettroniche con lettore delle impronte sempre più sofisticate e in grado di archiviare e controllare migliaia di differenti utenti, le nuove protagoniste nell’ambito della videosorveglianza sono telecamere che producono immagini HD con ogni tipo di illuminazione e condizione atmosferica, diventando un fondamentale sistema di controllo validato anche a livello forense, mentre l’antintrusione è sempre più orientata a integrare le funzioni di gestione della casa o dell’ufficio, consentendo il controllo da remoto con App. Inoltre, soluzioni modulari e sistemi di trasmissione di dati sempre più evoluti consentono oggi il trasferimento di milioni di informazioni in tempo reale da sensori di ogni tipo, con la possibilità di individuare anomalie e procedere ad immediati controlli su luoghi e situazioni.


INIZIATIVE E FORMAZIONE PER PROFESSIONISTI IN EVOLUZIONE
All’evoluzione tecnologica fa oggi da sfondo un mutamento importante di tutte le professioni tecniche e commerciali legate al mondo della security.
Chi progetta e installa sistemi di sicurezza e videosorveglianza è infatti al centro di un dialogo sempre più stretto con le aziende, il project manager e l’utente finale. L’installatore diventa un “consulente”, un vero e proprio tramite tra il suo cliente e le aziende produttrici, un tutor in grado di suggerire ai clienti nuove opportunità e di prendersi cura anche della manutenzione dopo l’installazione, creando un rapporto di fiducia continuativo.
Inoltre, alle aziende e agli operatori vengono oggi attribuite sempre più ampie responsabilità nell’efficacia e nella gestione efficiente dei sistemi da loro prodotti, progettati o installati.
Gli installatori, ma anche i security manager e tutti i responsabili della sicurezza si affermano, dunque, oggi, come i veri punti nevralgici dell’attività security e fire, “processori” la cui conoscenza e formazione diventa fondamentale per rendere efficiente ogni tipo di sistema, sia in contesti pubblici che privati.

A queste figure professionali in evoluzione sono dedicate le iniziative di SICUREZZA 2017.
Così, al nuovo Regolamento Europeo sulla privacy sarà dedicata un’arena che accoglierà, nei giorni di fiera, un ricco palinsesto di incontri. Novità assoluta, sarà l’audit privacy: visitatori ed espositori potranno ottenere in maniera gratuita e direttamente in fiera una verifica preliminare ed un primo check-up sul rispetto delle prescrizioni privacy della propria azienda alla luce del nuovo Regolamento Europeo.
Torna il villaggio dedicato al tema dell’ICT e alle soluzioni più innovative in materia di prodotti per cyber security, videosorveglianza, IoT, storage e connettività.

Non mancherà, poi, uno spazio dedicato alle soluzioni di security per il commercio e la grande distribuzione, che metterà a confronto i professionisti del retail e i produttori di tecnologie sulle soluzioni su misura per ogni tipologia di punto vendita e sulle soluzioni verticali dedicate.
Ricchissima anche l’agenda formativa di SICUREZZA, che prevede oltre 100 incontri in tre giorni focalizzati sulle tematiche oggi al centro dell’attenzione del mercato: il nuovo regolamento sulla privacy e le ricadute sui professionisti, la protezione e la gestione dei dati, la smart city, la mobilità e la sicurezza urbana, l’antiterrorismo, la protezione dei siti ad alto rischio, la vigilanza privata e il presidio dei confini, le novità normative su cui si gioca la qualificazione professionale, fino ad arrivare all’IoT e l’uso dell’intelligenza artificiale e alla building automation e il ruolo della security nella progettazione edilizia.
La manifestazione sarà inoltre l’occasione per presentare i dati di importanti ricerche che aiutano a individuare benchmark e casi di eccellenza e a fare il punto sulle esigenze di specifiche committenze.
Saranno infatti presentati i risultati dell’Osservatorio sulla realizzazione dei modelli di Smart & Safe City nelle città italiane e la sintesi di due indagini commissionate da Fiera Milano, quella Ipsos sulla percezione di sicurezza degli Italiani e quella ANCI Lombardia, che fornirà un quadro delle esigenze e delle competenze dei funzionari comunali.


UNA SINERGIA STRATEGICA CON SMART BUILDING EXPO
L’attuale spinta verso nuovi e sempre più trasversali contesti di applicazione rende necessario il dialogo con professionisti esterni al mondo della security ma ad esso sempre più legati e complementari.
Per questo, in contemporanea a SICUREZZA, si terranno due appuntamenti di grande interesse che aprono a nuove tecnologie e a nuove professionalità sempre più vicine agli operatori della security.
Esordisce a Milano SMART BUILDING EXPO, progetto realizzato grazie alla collaborazione tra Pentastudio, agenzia di comunicazione e marketing con pluriennale esperienza nel settore delle nuove tecnologie delle telecomunicazioni, e Fiera Milano, con l’obiettivo di presentare un panorama articolato ed esaustivo sul concetto di edificio in rete. L’appuntamento, che occuperà parte del padiglione 3 e a cui i visitatori di SICUREZZA potranno accedere con lo stesso biglietto in loro possesso, offrirà un’ampia panoramica su cablaggio verticale, applicazioni internet of things, standard per l’integrazione di sistemi, Audio Video e digital signage.
Un ricco programma di workshop fornirà inoltre informazioni preziose sulle novità che impattano sull’edificio in rete: la corretta applicazione dell’art. 135 bis del Testo Unico dell’Edilizia, ovvero sulla predisposizione degli edifici alla ricezione a banda ultralarga; lo Smart Lighting e i sistemi per il risparmio energetico; workshop verticali sulle diverse applicazioni e sulla formazione dei progettisti ai nuovi contenuti Audio Video; la progettazione BIM come strumento principe per l’integrazione degli impianti e per la loro corretta manutenzione.
Non mancherà infine un momento simbolico come la cerimonia di consegna dei premi Smart Building 2017 per dare rilievo e visibilità al concetto di edilizia smart e rivolto a committenti, progettisti e costruttori sensibili alla rivoluzione digitale dell’edilizia.