Skip to Content

Dal mercato

I 9 fondamenti di un edificio sano


Una serie di studi condotti dalla Harvard T.H. Chan School of Public Health(1) di Boston ha definito alcuni parametri di fondamentale importanza per la salute, conosciuti come i 9 fondamenti di un edificio sano.

Una scarsa qualità dell’aria interna e ventilazione sono associate ad esempio alla cosiddetta sindrome dell’edificio malato così come a una riduzione delle funzioni cognitive. Inadeguate condizioni termiche possono provocare disturbi cardio-respiratori, mal di testa, irritazione agli occhi e alla gola e un generale peggioramento dell’umore. Senza poi considerare patologie molto più gravi derivanti dalla presenza di amianto, muffe, legionella e agenti chimici.

01-foto-header-pagina-Ecocomfort-9-foundations

È vero altresì che il rispetto di questi parametri si traduce in risultati anche economici di assoluta importanza. È dimostrato che impiegati o studenti che lavorano in edifici con un’adeguata circolazione dell’aria sono più produttivi e si ammalano meno rispetto a chi lavora in assenza di adeguata ventilazione. Una ventilazione insufficiente è stata associata a maggiori assenze, minore produttività e costi produttivi più elevati.(3)

 9Foundations

Le caratteristiche di Ecocomfort rispondono a due importanti requisiti: limitano i consumi energetici e migliorano la qualità dell’ambiente interno.
Ecocomfort è l’unità di ventilazione e aspirazione decentralizzata con recupero di calore ad altissima efficienza, che permette un rinnovo continuativo dell’aria ambiente sia in estate che in inverno, recuperando fino al 90% del calore contenuto nell’aria espulsa.

Attraverso l’uso continuo dell’unità si previene la formazione di umidità, evitando la comparsa di muffa sui muri e mantenendo sempre basso il livello di inquinanti dannosi alla salute delle persone. L’unità ventilante è comandata da un motore dc brushless a basso consumo con funzionamento ad inversione di ciclo che permette il continuo scambio d’aria tra interno ed esterno.

L’aria viene costantemente filtrata attraverso un filtro “G3″ installato sul frontale dell’apparecchio e facilmente estraibile al fine di consentirne una pulizia periodica.

Durante il funzionamento a flusso alternato, il flusso d’aria in entrata e il flusso d’aria in uscita passano attraverso uno scambiatore di calore ceramico, che recupera fino al 90% del calore contenuto nell’aria in uscita, e lo restituisce all’aria in entrata quando l’unità inverte il ciclo di ventilazione.

Grazie all’Ecobonus 2018, il risparmio non si limita a evitare la dispersione di energia termica causata dall’apertura frequente degli infissi, ma diventa ancora più importante permettendo fino al 65% di detrazione fiscale.

recupero-calore