Skip to Content

Dal mercato

Domina Hotel di AVE, un’opportunità per il settore alberghiero attraverso design e risparmio energetico


La domotica AVE è una proposta hi- tech che asseconda il trend in aumento del turismo e degli investimenti nel settore dell’ospitalità in Italia attraverso un’ottimizzazione della gestione delle strutture.

A confermarlo è il rapporto Hotels and Chains 2018, realizzato da Horwath HTL, AICA, Università Bocconi e CDP. Presentato lo scorso 14 febbraio 2018 all’Università Bocconi di Milano, questo studio e gli intervenuti all’evento di presentazione hanno sottolineato come il turismo giochi sempre di più un ruolo chiave nell’economia italiana. Stando ai dati dell’Organizzazione mondiale del Turismo, il 2017 ha infatti registrato un aumento del +7% di arrivi internazionali rispetto al 2016; anche il dato Eurostat conferma il trend positivo, con un incremento medio del Tasso di Occupazione Camere pari al +3,2% rispetto all’anno precedente. A questo scenario fa eco il sempre più crescente interesse dei fondi immobiliari e degli operatori internazionali verso il settore dell’ospitalità italiana.

 

Con queste premesse il mondo dell’hôtellerie deve saper cogliere la sfida che l’aumento del turismo lancia. Le strutture alberghiere, piccole, medie e grandi, devono essere in grado, oggi, di differenziarsi, evolversi, abbracciando soluzioni innovative per emergere in un mercato in rapida ascesa. In questo senso la proposta domotica di AVE rappresenta un’opportunità concreta. Grazie a Domina Hotel è possibile infatti ottimizzare la gestione delle strutture, ridurre gli sprechi energetici e riservare al contempo il miglior servizio per gli ospiti.

 

Tra le funzioni che DOMINA Hotel è in grado di eseguire spiccano il risparmio energetico, automazioni intelligenti, l’interfacciamento con software di prenotazione, sistemi antincendio, impianti di termoregolazione e numerose proposte nel campo della ventilazione. Grazie ai lettori a trasponder di camera, che “dialogano” con il software di gestione alberghiera attraverso delle apposite centraline, l’albergatore è in grado di sapere in qualsiasi momento se il cliente è presente nella stanza, se la camera è già stata rassettata e in quale ambiente si trovano i propri dipendenti. Dalla postazione di controllo si possono gestire in remoto i sistemi di climatizzazione, le luci e supervisionare fin nei minimi dettagli ogni spazio per rendere il soggiorno degli ospiti indimenticabile.

 

DOMINA Hotel è una proposta di pregio anche dal punto di vista estetico. Ogni elemento visibile del sistema di gestione alberghiera è stato pensato per essere bello oltre che funzionale. Gli avanzati attuatori domotici si nascondono dietro eleganti placche in cristallo, alluminio, Corian, legno o tecnopolimero. Le diverse collezioni vengono sviluppate per integrare le più moderne tecnologie – come quella touch, adottata sia per i lettori di card, sia per il controllo delle automazioni – ed assecondare lo stile dell’hotel, dando coerenza al progetto d’insieme attraverso innovazioni tecniche e di design.

 

Alla luce del recente rapporto Hotels and Chains 2018, per emergere è necessario dotarsi di strumenti capaci di migliorare la propria posizione all’interno del business dell’hospitality italiana. Mutuando le parole di Giorgio Palmucci, Presidente dell’Associazione Italiana Confindustria Alberghi intervenuto all’Università Bocconi durante l’evento, «innovazione e capacità di rinnovare sono un binomio in continua evoluzione. Avrà successo chi, catena o albergo indipendente, sarà capace di anticipare i nuovi trend». Domina Hotel di AVE si presenta come strumento, valido ed evoluto, per intraprendere al meglio questa direzione.


  • Aziende citate: